Qual è il contrasto e la luminosità del televisore e del monitor?

0
16

Nei televisori e nei monitor, ci sono due parametri principali che hanno un impatto molto forte sulla qualità dell’immagine: la luminosità e il contrasto. Questi parametri sono presenti in tutti i monitor, TV, ma poche persone hanno pensato a cosa significano questi parametri e a come lo schermo reagisce fisicamente alle variazioni dei parametri di luminosità e contrasto. Si tratta di due parametri correlati tra loro e le impostazioni dell’immagine devono essere effettuate tenendo conto della specificità di entrambi i parametri.

Contrasto in LED, QLED, TV OLED e monitor

Il contrasto è il rapporto tra la parte più luminosa e la parte più scura dello schermo. Se si specifica 2500:1, significa che la parte più luminosa dello schermo può essere 2500 volte più luminosa della parte più scura dello schermo. In altre parole, se si guarda uno schermo nero, lo schermo bianco sarà 2500 volte più luminoso della parte più scura dello schermo.

Ma a dire la verità, non esiste un’unica tecnica di misura e il costruttore può misurare questo parametro a sua discrezione, a volte violando anche grossolanamente la logica della misura. Idealmente, si dovrebbe impostare la luminosità del televisore su qualche parametro, come il 50% e misurare la luminosità dello schermo nero con un contrasto di 0 e dello schermo bianco con un contrasto di 100, non si otterrà mai il parametro 2500:1, e se si imposta la luminosità e il contrasto a 0 e si misura la luminosità, e poi si imposta la luminosità e il contrasto al 100% è possibile ottenere solo 2500. Ma, come si capisce, nessuno cambierà costantemente luminosità e contrasto quando si guarda un film.

Come funziona il contrasto in TV e monitor LED e OLED

Come funziona il contrasto in uno schermo a LED e QLED – gli schermi a LED sono retroilluminati dalla luce che passa attraverso i pixel di un certo colore e creano un’immagine. I pixel sono cristalli che cambiano la quantità di luce che passa attraverso, i pixel sono realizzati sotto forma di cristalli a celle rotanti e possono passare dallo 0% al 100% del flusso luminoso. Quindi il contrasto imposta la quantità di flusso luminoso che un pixel dovrebbe trasmettere (di quanto dovrebbe ruotare nella cella). A contrasto 0 pixel trasmettono circa il 10-20% del flusso luminoso, a livello di contrasto 100,
i pixel sullo schermo trasmettono tutta la luce. Il contrasto nello schermo a LED imposta la quantità di luce che il pixel dovrebbe consentire.

immagine 50% luminosità, 0 contrasto

Come vediamo il cambiamento di contrasto sullo schermo a LED, l’immagine svanirà al diminuire del contrasto.

Come funziona il contrasto nello schermo OLED – poiché l’OLED è uno schermo in cui il pixel emette luce, il contrasto funziona in modo diverso rispetto al LED. Nel contrasto OLED il contrasto imposta quanto deve differire la luminosità del pixel nero (spento da acceso alla massima luminosità.
Ma nell’OLED la luminosità gioca un ruolo importante, l’oscuramento imposta il livello minimo di luminosità del pixel. Pertanto, il contrasto in OLED fa parte della regolazione della luminosità. Quando cambia il contrasto nell’OLED, cambia il livello di luminosità.

Come impostare il livello di contrasto quando si regola il televisore o il monitor.






La pratica dimostra che più alto è il livello di contrasto, migliore è con qualsiasi tipo di schermo. Pertanto, di norma, il livello di contrasto è impostato su 80-100. Il contrasto veniva da televisori cinetoscopici, allora era davvero l’impostazione giusta. Nei televisori digitali di oggi, il contrasto può essere rimosso dalle impostazioni, ma tutti sono abituati alle impostazioni è il contrasto, quindi questa opzione viene utilizzata nei televisori e nei monitor, ma per esempio, nei computer portatili e nei telefoni non si regola il contrasto dello schermo, c’è solo la luminosità.

Luminosità nei televisori e nei monitor a LED

La luminosità degli schermi a LED è una variazione della luminosità dei LED retroilluminati. Negli schermi a LED, la luminosità è fortemente influenzata dalla tecnologia stessa della produzione dei pannelli. Ad altissima luminosità, la luce comincia a penetrare attraverso i bordi dei pixel nelle celle e l’immagine perde contrasto e colore.

La luminosità negli schermi OLED è il livello di luminanza di tutti i pixel dello schermo. La luminosità è quindi influenzata dall’immagine, se l’area video dell’immagine è luminosa, i pixel brilleranno più intensamente, se l’area dell’immagine è nera, i pixel saranno spenti del tutto in quest’area dello schermo.

Perché avete bisogno di luminosità nei televisori e nei monitor?

La luminosità è necessaria solo per aumentare la visibilità dello schermo in diverse condizioni di illuminazione esterna. Ad esempio, in una stanza buia la luminosità dovrebbe essere impostata su un valore più basso, perché ad una luminosità elevata fa male agli occhi. In un ambiente luminoso la luminosità deve essere impostata su un valore più alto, se l’immagine non è sufficientemente luminosa non si vedrà l’immagine in toni scuri.

Quali sono i parametri di luminosità

Ci sono tre tipi di luminosità che i produttori di televisori e monitor specificano

  • La luminosità standard è la luminosità alle normali impostazioni della TV, di solito 350cd/m2.
  • La luminosità minima è la luminosità quando si regola il valore di luminosità predefinito 0 e il valore di luminosità predefinito è 300cd/m2.
  • Il picco di luminosità – la luminosità al massimo livello di luminosità di 100 e su sfondo bianco, è di circa 600cd/m2.

I parametri possono cambiare a seconda del tipo di schermo. Ma quando si sceglie un televisore e un monitor, non ha senso prestare attenzione ai parametri di luminosità minima e di picco, non si guarderanno mai video con una tale luminosità. È meglio prestare attenzione alla luminosità standard, ma per esempio, nei televisori i produttori di televisori potrebbero non specificare questo parametro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here