Standard wifi, storia, tabella wifi 1-6 confronta

0
128

wifi version 1-6

standardannoclassificazione (nuova)Gamma GHzVelocità Mbit / sdistanza massima tra i dispositivi nell'edificio / sui contatoridistanza massima tra i dispositivi nell'edificio / piedi all'apertodescrizione
802.11b1999WiFi 12.41135/140115/460Standard di primo intervallo a 2,4 GHz
802.11a1999WiFi 255435/120115/390Standard di primo intervallo 5GHz
802.11g2003WiFi 32.45438/140125/460maggiore velocità, nuova codifica
802.11n2009WiFi 42.4, 560070/250230/820Il canale è esteso a 40 MHz. Vengono applicati algoritmi di elaborazione speciali, è possibile combinare più thread in un pool, massimo 4. Di conseguenza, la velocità di trasferimento delle informazioni aumenta
802.11ac2013WiFi 55680035/120115/390La gamma di canali è fino a 160 MHz. Vengono applicati algoritmi di elaborazione speciali, è possibile combinare più thread in un pool, massimo 8. Di conseguenza, la velocità di trasferimento delle informazioni aumenta
802.11ax2019WiFi 61-71000035/120115/390Sistema di codifica migliorato, supporto per gli standard 2,4 e 5 GHz






Lo standard WiFi è apparso nel 1999. I prerequisiti per la creazione di uno standard di trasmissione di informazioni wireless sono stati l’emergere di dispositivi indossabili che devono essere connessi a Internet. Questi dispositivi erano rappresentati principalmente da laptop.

Per sviluppare uno standard, le frequenze libere sono state prese per l’uso, oltre ad avere una piccola potenza del trasmettitore, i dispositivi potevano connettersi l’un l’altro a breve distanza, il che ha permesso l’uso di più dispositivi in un unico posto.

Quindi, sono state scelte due frequenze per WiFi, 2,4 GHz e 5 GHz

Standard 802.11b (WiFi 1) e 802.11a (WiFi 2)

I primi due standard per la trasmissione del traffico di rete. WiFi 1 funzionava a frequenze di 5 GHz, WiFi 2 a frequenza di 2,4 GHz. Standard più comune 802.11b. Ciò è accaduto a causa del fatto che la produzione di adattatori WiFi a una frequenza di 2,4 GHz era più economica. Sebbene la velocità fosse solo di 11mbit / s. Lo standard b supportava una velocità di 54mbit / s.

802.11g 2003 WiFi 3

Per aumentare la velocità, lo standard 802.11b è stato migliorato, sono stati applicati nuovi algoritmi di codifica, la velocità è stata aumentata a 54 Mbps, come nello standard 802.11a






802.11n 2009 WiFi 4 2,4 GHz, 5 GHz

Entro il 2009, ha iniziato la produzione di massa di computer portatili, i telefoni hanno anche iniziato a installare i moduli WiFi. La connessione wifi esistente non era abbastanza. Nel 2009, è stato adottato il nuovo standard n, questo standard ha consolidato i requisiti per entrambe le gamme, diventando universale.

Il canale è stato ampliato a 40 MHz, è stata implementata la nuova codifica e la capacità di combinare 4 canali in uno per aumentare la velocità (tecnologia MIMO). Massima velocità di trasferimento fino a 600 Mbps. Anche aumentato la distanza di 35 metri nella stanza o 150 metri nello spazio aperto.

802.11ac 2013 WiFi 5

Poiché storicamente si è scoperto che la banda a 5 GHz non era caricata, circa il 70% dei dispositivi supportava solo la banda a 2,4 GHz, si è deciso di affinare lo standard per la banda a 5 GHz. Cosa è stato fatto nel 2013. È stato rilasciato lo standard 802.11ac, chiamato wifi5.

In questo standard, aumentato il canale a 160 MHz, è possibile combinare fino a 8 canali. La velocità massima è fino a 6,8 Gbps.

802.11ax 2019 (WiFi 6)

Entro il 2019, la situazione ha messo a punto che nella gamma dei 5 GHz è presente uno standard con una velocità di trasferimento massima fino a 6,8 Gbps. E nel tandarte a 2,4 GHz solo fino a 600 Mbit al secondo. Per ovviare a questa situazione, è stato sviluppato lo standard 802.11ax, che ha ricevuto il nome WiFi 6 (sesta generazione) dalla nuova classificazione dell’alleanza WiFi.

Questo standard dovrebbe essere l’uso principale a partire dal 2020. Nello standard WiFi 6, la velocità è aumentata a 10 Gbit al secondo, ma questa non è la cosa principale, la velocità di risposta è stata ridotta, la sicurezza è stata migliorata. Inoltre, questo standard specifica l’uso di altre frequenze nell’intervallo 1-7 GHz, se sono libere e disponibili all’uso.






LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here